Come siamo arrivati a Vannacci?

Come siamo arrivati a Vannacci?

È difficile stabilire quale sia il punto più basso nella proposta politica italiana degli ultimi decenni, ma ascoltando le sparate del generale Vannacci, candidato dalla Lega alle prossime elezioni europee, possiamo darci conferma: siamo messi proprio male. Se individui portatori di idee rozze, violente, inefficaci e anacronistiche, rappresenteranno l’Italia, a… Continua a leggere
Ministro Valditara, gli alunni italiani sembrano conoscere la lingua italiana quanto gli stranieri

Ministro Valditara, gli alunni italiani sembrano conoscere la lingua italiana quanto gli stranieri

Il Ministro dell’Istruzione Giuseppe  Valditara ha pubblicato recentemente su X un post in cui si richiede agli alunni stranieri lo studio potenziato della lingua e della cultura italiana, condizione imprescindibile per assimilare i valori della Costituzione. Il post risulta piuttosto faticoso nella forma, e inevitabilmente ha scoccato l’ironia degli utenti… Continua a leggere
Acerbi, un volto per l’Italia

Acerbi, un volto per l’Italia

È squallida la vicenda che ha riguardato Acerbi, calciatore dell’Inter e della nazionale italiana. Gli insulti razzisti (presunti, in assenza di prove) rivolti durante una partita di campionato a Juan Jesus, difensore brasiliano del Napoli, sono scivolati via senza che la giustizia sportiva abbia saputo sanzionarli. Faccio una grande sforzo… Continua a leggere
Chiara Ferragni tra beneficenza, pubblico e pandori

Chiara Ferragni tra beneficenza, pubblico e pandori

La ditta Ferragni, qualunque cosa accada nel mondo, rimane di tendenza nelle affamate ricerche italiane. Trattare il tema della beneficenza sbandierata da Chiara Ferragni, panettoni e pandori, porterà a questo breve post un po’ di visualizzazioni, sebbene la vicenda che ha attirato la pubblica attenzione sia ormai vecchia di qualche… Continua a leggere
Se Filippo Turetta si fosse suicidato

Se Filippo Turetta si fosse suicidato

Se Filippo Turetta, l’uomo che ha ucciso Giulia Cecchettin, si fosse suicidato dopo aver commesso il mostruoso delitto, la mia coscienza ne avrebbe giovato. Contrario alla pena di morte, mi sarei sentito sollevato realizzando che l’assassino avesse fatto autonomamente ciò che mai uno stato democratico dovrebbe fare. Tuttavia uno stato… Continua a leggere